Mostre » Daniel Spoerri, un’antologica al Centro d’Arte contemporanea Pecci di Prato

Daniel Spoerri, un’antologica al Centro d’Arte contemporanea Pecci di Prato

a cura di Redazione, il 29/01/2007

Aprirà i battenti il 3 febbraio la grande mostra antologica dal titolo “Non per caso”, evento espositivo che il Centro d’Arte contemporanea Luigi Pecci di Prato dedica alla pluridecennale attività di Daniel Spoerri, oggi considerato uno dei maggiori protagonisti della scena artistica internazionale. La mostra, curata dal direttore artistico del Centro Pecci Stefano Pezzato in stretta collaborazione con l’artista, tende a sottolineare la profonda coerenza della ricerca di Spoerri, che, partendo sempre da situazioni impreviste, oggetti inaspettati e singole combinazioni, scaturisce da un’esigenza personale che lo ha spinto a compiere un intero percorso artistico complesso e innovativo “non per caso”.
L’esposizione di Prato, la più importante ed esaustiva antologica mai realizzata in Italia, presenta 150 opere provenienti da importanti musei europei, da gallerie e collezioni private italiane ed europee, oltre che dalla collezione personale dello stesso Spoerri. Ripercorrendo in modo articolato gli sviluppi della ricerca dell’artista nato nel 1930 in Romania, dal suo debutto nel 1960 (data della prima opera venduta da Spoerri proprio in Italia) fino alle ultime creazioni del 2006, l’esposizione ne documenta vari capitoli e le principali tematiche: le prime collezioni di oggetti e i “quadri-trappola”; le opere di Eat Art, i risultati di azioni nei ristoranti e i banchetti; la disillusione della rappresentazione e la moltiplicazione della visione; la magia, il mistero e la morte; la camera privata (inclusa l’imponente Reconstruction de la chambre no.13 de l’hôtel Carcassonne del 1998); l’antropologia, l’anatomia e la genetica; i “tavoli da lavoro” e i “corpi tritati”; il “mercato delle pulci”; i feticci più recenti. Conclude il percorso una sala interamente dedicata agli artisti del Giardino di Daniel Spoerri, che comprende disegni, opere e progetti di importanti autori quali, fra gli altri, Eva Aeppli, Jean Tinguely, Roland Topor.


[Immagine: un´opera di Daniel Spoerri]


Accompagna la mostra un corposo catalogo, curato da Marco Bazzini e Stefano Pezzato. In occasione dell’antologica saranno attivati collegamenti speciali al “Giardino di Daniel Spoerri” a Seggiano (Grosseto) – dove è cittadino onorario e dove ha istituito la fondazione che porta il suo nome – e saranno organizzati incontri d’approfondimento e due giornate di studio sul tema: Fenomenologia dell’oggetto nell’arte del XX secolo, a cura della Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte dell’Università di Siena.
La mostra, promossa dalla Regione Toscana, TRA ART rete regionale per l’arte contemporanea in collaborazione con la Fondazione “Il Giardino di Daniel Spoerri. Hic Terminus Haeret”, Seggiano (Grosseto), è prodotta dal Centro per l’Arte contemporanea Luigi Pecci con il patrocinio del Comune di Prato, ha il sostegno della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, il supporto di Pro Helvetia – Fondazione svizzera per la cultura, la partecipazione dell’Istituto svizzero di Roma, di ASM SpA, Gruppo Consiag, CariPrato SpA e Unione Industriale Pratese.

Scheda tecnica

Daniel Spoerri. “Non per caso”
dal 3 febbraio al 29 aprile 2007
Inaugurazione: sabato 3 febbraio, ore 18

Curatore:
Stefano Pezzato

Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci
Prato, Viale della Repubblica 277

Orario di apertura:
Tutti i giorni, ore 10-19. Chiuso il martedì.

Biglietti:
Intero € 5; ridotto € 4.

Info:
Tel. (+39) 0574 5317 – Fax (+39) 0574 531901
info@centropecci.it
Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader