Mostre » Schifanoia, da “A Constructed World” una riflessione sull’autorialità dell’arte

Schifanoia, da “A Constructed World” una riflessione sull’autorialità dell’arte

a cura di Redazione, il 01/02/2007

A Constructed World, coppia di artisti formata da Jacqueline Riva e Geoff Lowe, è protagonista di una mostra itinerante che sarà allestita, in tempi diversi, alla N.O. Gallery di Milano e in quattro appartamenti privati del capoluogo lombardo. L’esposizione, intitolata “Schifanoia”, è curata da Ilaria Bonacossa e presenta multipli, sculture, quadri, video e performance.
La mostra in galleria sarà aperta al grande pubblico da venerdì 2 febbraio, articolandosi attraverso differenti lavori che metteranno lo spettatore di fronte alla questione dell’autorialità dell’arte, obbligandolo quindi a porsi la domanda di cosa costituisca un’opera d’arte.
Il percorso espositivo consentirà inoltre ai visitatori di riflettere su come l’identità si strutturi attraverso stereotipi e codici di appartenenza.
Negli appartamenti, invece, il progetto verrà “consumato” privatamente, trasformando così i quattro ospiti/spettatori milanesi in promotori culturali: la collaborazione tra gli artisti e i padroni di casa, che potranno invitare solo alcuni amici in occasione delle piccole inaugurazioni private, darà vita a delle piattaforme di discussione sul mondo dell’arte tra artisti e invitati.
Questa modalità di presentazione del lavoro è nata dalla riflessione degli artisti e del curatore su come, spesso, negli spazi istituzionali i visitatori si sentano schiacciati dalla responsabilità di dover comunque comprendere l’opera d’arte, caricando in questo modo l’esperienza estetica di preconcetti o viceversa accettando tacitamente tutto ciò che l’establishment propone, senza mai relazionarsi in prima persona con l’arte. Quando invece i non addetti ai lavori incontrano un’opera d’arte contemporanea in una casa privata si sentono più liberi di sviluppare un’opinione personale, senza doverla capire, e le loro reazioni sono più spontanee e dirette.
Schifanoia è parte di “M.M.M”. un progetto di scambio culturale tra Melbourne (Australia) e Milano concepito dalla Monash University Museum of Art e da Natalie King, con il supporto di Ars Victoria e la Città di Melbourne.
 
Jacqueline Riva + Geoff Lowe iniziano a lavorare come A Constructed World nel 1993. Il loro lavoro è stato esposto in numerose biennali tra cui quella di Tirana, di Saõ Paulo e di Emergency Biennale, e in mostre quali Art all’Arte, San Gimignano e Art Music>rock pop techno, MCA Sydney. Il Guggenheim Museum New York e Bilbao li hanno invitati a partecipare a dei forum. Sono stati i primi artisti ad inaugurare l’artists-in-residence alla Serpentine Gallery di London. Prossime mostre personali saranno ospitate all’Australian Centre for Contemporary Art Melbourne, al CNEAI di Chatou e al CAPC Musée Bordeaux.

Scheda tecnica

A Constructed World. “Schifanoia”
dal 2 febbraio al 9 marzo 2007

N.O. Gallery
Milano, via Matteo Bandello 14

Orario di apertura:
lunedì-venerdì, ore 15-19; sabato e mattina su appuntamento; domenica chiuso

Biglietti:
Ingresso libero

Info:
Tel. (+39) 02 4989892 – Fax: (+39) 02 43315067
press@nogallery.it
Sito N.O. Gallery

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader