Mostre » Gilles Aillaud, la sua opera in mostra a Villa Medici a Roma

Gilles Aillaud, la sua opera in mostra a Villa Medici a Roma

a cura di Redazione, il 06/02/2007

Le Gallerie di Villa Medici a Roma, sede dell’Accademia di Francia, ospiteranno a partire dall’8 febbraio una mostra dedicata all’opera di Gilles Aillaud (1928-2005), grande pittore e scenografo francese. L’esposizione, intitolata “Evasioni”, – che ha come consulente scientifico Philippe Dagen, storico dell’arte e giornalista per il quotidiano francese Le Monde – oltre ad offrire un’ampia selezione delle opere dell’artista parigino, provenienti da diverse prestigiose collezioni private e pubbliche, intende identificare nei contrapposti concetti di “chiusura” e “apertura” lo snodo fondamentale della poetica di Gilles Aillaud.
La mostra è accompagnata dalla pubblicazione di un catalogo bilingue, edito per l’occasione dalla casa editrice Hazan, che contiene le riproduzioni fotografiche a colori di tutte le opere esposte, i saggi critici di Philippe Dagen e Federico Nicolao, come anche le testimonianze di Luc Bondy, Pierre Buraglio e Netta Vespignani, con una introduzione di Richard Peduzzi. Così Philippe Dagen nella prefazione del catalogo: "Si può dire che Aillaud sia l’unico artista ad essersi mai interessato al soggetto zoologico, sono quindi conseguentemente rare o nulle le possibilità di confronto e analogia. Non un solo testo “fondatore” cui far riferimento. Neanche una autorità critica cui potrebbe essere confortante appigliarsi. All’interno di ciascuna rappresentazione, opera con inflessibile ostinazione una dinamica autodistruttiva – o autoderisoria che dir si voglia. Quegli animali riconducono ad una idea della natura originaria, vergine, selvaggia. Di contro, gli spazi in cui li troviamo impongono la presenza d’un dispositivo umano che, nell’offrire alle bestie un relativo benessere, ne sottolinea lo stato effettivo di isolamento ed esilio entro spazi circoscritti, solo vagamente e imperfettamente somiglianti a quelli in cui dovrebbero vivere. In tale metafora pittorica dell’animale, già selvaggio, ora in gabbia, può senz’altro riconoscersi l’artista, furente, nello spazio chiuso che gli è stato destinato. Finta ferocia, finta collera. Si finisce allora per dedurne: in un mondo realmente rivoltato, il vero è solo un momento della finzione".

Scheda tecnica

Gilles Aillaud. “Evasioni”
dall’8 febbraio al 9 aprile
Inaugurazione: mercoledì 7 febbraio

Gallerie di Villa Medici - Accademia di Francia
Roma, Viale Trinità dei Monti 1

Orario di apertura:
Tutti i giorni, ore 11-19. Lunedì chiuso.

Biglietti:
Intero € 8; ridotto € 5

Catalogo:
Hazan (bilingue francese-italiano)

Info:
Tel (+39) 06 67611 - (+39) 06 6761278
Galleria Villa Medici

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader