Eventi » CINA: alla Corte degli imperatori

Figure di stranieri. Terracotta dipinta. Dinastia Tang (618 - 907), 730

CINA: alla Corte degli imperatori

Palazzo Strozzi ospita una grande mostra con oltre duecento capolavori che testimoniano il fasto e il cosmopolitismo delle corti imperiali dall’epoca Han Orientale fino all’impero Tang

a cura di Redazione, il 06/03/2008

Parte di uno scambio culturale negoziato ai massimi livelli tra il governo italiano e quello cinese, la mostra curata da Sabrina Rastelli “Cina: alla Corte degli imperatori. Capolavori mai visti dalla tradizione Han all’eleganza Tang (25-907)” in programma nel fiorentino Palazzo Strozzi dal 7 marzo, porterà in Europa per la prima volta i capolavori dell’Età d’oro cinese.

La mostra vuole celebrare il rinascimento culturale in Cina e la gloriosa dinastia Tang che, nel VII secolo d.C. consolidò e rinnovò il suo gigantesco impero, da poco riunificato, inaugurando uno dei momenti di massimo sviluppo artistico, sociale, economico e culturale nella storia del Paese di Mezzo.

Perché una mostra sulla Cina a Firenze?

L’èra Tang (618-907) è considerata un momento di grande rinnovamento e una nuova sintesi della civiltà cinese: la sua arte rappresenta uno dei vertici della storia culturale del Paese e il suo splendore artistico è paragonabile a quello del Rinascimento fiorentino. Entrambi hanno le loro radici in una fortunata combinazione di unificazione linguistica, grandi viaggi e apertura alle nuove idee provenienti da fuori. Questa mostra porta il visitatore alle corti degli imperatori nelle tre capitali più importanti della storia cinese del primo millennio: Nanchino, la capitale del sud nel periodo di divisione, Luoyang, la prima città degli Han Orientali e la seconda nel periodo Tang, quando la capitale principale era la magnifica Chang’an, l’odierna Xi’an, nel settimo secolo la più grande metropoli del mondo con oltre 2 milioni di abitanti.

Creatura guardiana della tomba (gruppo di due). Terracotta dipinta. Dinastia Tang (618 - 907). Gansu Provincial Museum

Seguendo un ideale percorso storico-artistico, la mostra di Palazzo Strozzi continua l’itinerario intrapreso da “Cina. Nascita di un Impero” (settembre 2006-febbraio 2007), tenutasi a Roma alle Scuderie del Quirinale. L’esposizione romana presentò l’evoluzione della civiltà cinese in quel periodo di grande complessità e splendore che va dall’ultima dinastia pre-imperiale dei Zhou (1045-256/221) alle due dinastie imperiali dei Qin (221-206) e degli Han Occidentali (206-6).

Tra le novità esclusive della mostra, tre percorsi da ascoltare su cellulare

In occasione della mostra, per la prima volta in Italia, la piattaforma multimediale Vodafone metterà a disposizione del visitatore tre percorsi da ascoltare su cellulare: il primo dove Romeo Gigli racconta come ha sviluppato la sua idea per l’allestimento della mostra; il secondo, un percorso per bambini, che in modo semplice e immediato, spiega alcune opere in modo comprensibile agli occhi dei più piccoli; e infine nel terzo percorso il Direttore di Palazzo Strozzi, James Bradburne espone la sua impostazione innovativa della mostra in lingua inglese, in modo da renderla fruibile agli stranieri che la visiteranno.

Mostra prodotta e organizzata dalla Fondazione Palazzo Strozzi, con MondoMostre e Art Exhibitions China

La mostra è stata curata da Sabrina Rastelli alla quale si è affiancato un comitato scientifico composto da Roderick Whitfield, Maurizio Scarpari, Felix Schoeber, Stefania Stafutti, I-Man Lai e Gian Carlo Calza, prodotta e organizzata dalla Fondazione Palazzo Strozzi in collaborazione con MondoMostre e Art Exhibitions China della Repubblica Popolare Cinese, con il sostegno della Regione Toscana, della Provincia di Firenze, del Comune di Firenze della Camera di Commercio di Firenze e dell’Associazione Partners Palazzo Strozzi.

Leggi il testo di Sabrina Rastelli, curatore della mostra
Leggi il testo di Lorenzo Bini Smaghi, Presidente Fond. Palazzo Strozzi
Leggi il testo di Luo Bojian, Direttore Art Exhibitions China

Scheda Tecnica

  • “Cina: alla corte degli imperatori”
    Capolavori mai visti dalla tradizione Han all’eleganza Tang (25-907)
    dal 7 marzo all’8 giugno 2008
  • Curatore:
    Sabrina Rastelli
  • Palazzo Strozzi
    Firenze, piazza Strozzi
  • Orario di apertura:
    tutti i giorni, ore 9-20; gio, ore 9-23
    Accesso in mostra consentito fino a un’ora prima dell’orario di chiusura.
  • Biglietti:
    Intero € 10; ridotto € 8,50 - € 8 - € 7,50; scuole € 4
  • Catalogo:
    Skira
  • Info:
    Tel. (+39) 055 2645155
    info@palazzostrozzi.it
    Palazzo Strozzi
    Sito web della mostra

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 06/03/2008

Cina: alla Corte degli imperatori. Il percorso espositivo

La mostra di Palazzo Strozzi “Cina: alla corte degli Imperatori. Capolavori mai visti dalla tradizione Han all’eleganza Tang (25-907AD)” è una spettacolare celebrazione dell’Età d’Oro della Cina. ...

a cura di Redazione, il 20/11/2007

Nasce la Strozzina, luogo per la cultura contemporanea

Il 29 Novembre 2007 la Fondazione Palazzo Strozzi di Firenze inaugura il nuovo CCCS - Centro di Cultura Contemporanea Strozzina, uno spazio dedicato al confronto tra i differenti approcci e le diverse pratiche che caratterizzano la produzione artistica e culturale della contemporaneità. ...

a cura di Redazione, il 30/01/2007

Fondazione Strozzi di Firenze, una nuova visione strategica

Un programma che guarda anche al contemporaneo, con una nuova visione strategica che punta a rivalorizzare lo storico edificio Palazzo Strozzi di Firenze, rendendo accoglienti e sfruttando le tre aree pubbliche (Piano Nobile, Strozzina, Cortile) con altrettanti calendari diversi. ...

a cura di Redazione, il 30/01/2007

Mostre, dibattiti, performance, concerti. Il programma della Fondazione Strozzi

A ottobre 2007 è prevista l’apertura di una seconda esposizione (titolo La moda che cambia la moda, cento abiti rivoluzionari della collezione del Los Angeles County Museum of Art), che resterà in cartellone fino alle sfilate di Pitti del prossimo gennaio. ...