Mostre » Le stampe e le incisioni di Liza Folman in mostra a Venezia

Le stampe e le incisioni di Liza Folman in mostra a Venezia

a cura di Redazione, il 02/06/2006

Una serie di stampe e di incisioni dell’artista Liza Folman saranno in mostra dal 2 giugno nelle sale della Scuola Internazionale di Grafica di Venezia. È la stessa autrice a spiegare alcuni aspetti del suo lavoro: “Essendo da sempre vissuta in spazi urbani, i contenuti del mio lavoro sono sempre stati dettati dalla mia personale risposta all’ambiente costruito attorno a me. Anche se generalmente la figura umana non entra nelle mie opere, sono particolarmente interessata alla suggestiva assenza dell’umanità e attratta dalle tracce umane che personalizzano l’architettura urbana”. E sempre sulle sue stampe in mostra, dice: “Le stampe esposte vogliono rappresentare gli effetti letterali del passaggio del tempo sulle superfici e sui luoghi, ma costituiscono anche un esame di ciò che è passato, alla ricerca di un significato degli eventi trascorsi. Il mio lavoro più recente si focalizza su dettagli architettonici quali maniglie, serrature e batacchi, che tutti noi dobbiamo toccare se vogliamo entrare nelle nostre case o negli edifici in cui lavoriamo […]. La mimica dei batacchi scolpiti, fatti a mano, rispecchia coloro che li toccano, e le maniglie antropomorfe e zoomorfe che ho scoperto durante i miei soggiorni a Venezia riflettono la storia della città attraverso gli stereotipi culturali che essi stessi incarnano. […].”
Oltre a questa prima serie di stampe, direttamente ispirate a Venezia, l’artista statunitense esporrà anche alcune incisioni scelte dalla cartella intitolata Time Pieces/Frammenti di tempo, frutto dei ricordi legati ai luoghi della sua infanzia, e ai cambiamenti che il tempo ha imposto. Molti sono gli interessi di Liza: ultimamente ha provato ad esplorare le complicate relazioni esistenti tra immagini e tecniche artistiche. Riferendosi all’incisione, dice: “ L’incisione è il medium ideale per esplorare il passaggio del tempo sugli oggetti: il processo che si deve seguire per creare le matrici di stampa mima la corrosione degli oggetti stessi causata dal tempo. L’acido viene usato per corrodere la lastra di rame, e ciò crea un’illusione di decadimento nella stampa finale”.

Scheda tecnica

Liza Folman. Opere/Works
dal 2 giugno al 16 giugno 2006

Galleria “Il Sotoportego”
Scuola Internazionale di Grafica di Venezia
Venezia Cannaregio, Calle Seconda del Cristo 1798

Orario di apertura:
lun-ven, ore 10-13 e 15-19

Biglietti:
Ingresso libero

Info:
Tel. (+39) 041 721950
info@scuolagrafica.it
Scuola Internazionale di Grafica

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader