Eventi » Free wall by Toxic: il writer del Bronx realizza un murales a Firenze

Free wall by Toxic: il writer del Bronx realizza un murales a Firenze

a cura di Redazione, il 14/10/2006

Un evento inedito per Firenze, che coniuga arte, tecnologia e territorio: è “Free wall”, il murales che Torrick Ablack (in arte Toxic), mostro sacro del graffitismo, sta realizzando su un muro di via Petrocchi per rendere artisticamente più interessante e vivace una strada della periferia cittadina. Il muro in questione è una parete della sede di Bassnet, promotrice e finanziatrice dell’iniziativa presentata ufficialmente ieri mattina. È la prima volta che un’azienda di tecnologia dona alla città di Firenze un’opera d’arte di valore e destinata a restare nella disponibilità di tutti i cittadini. Un secondo murales è stato inoltre regalato alla Scuola Fanciulli, un istituto poco distante dalla sede dell’azienda. Toxic, che lo ha realizzato negli stessi giorni del lavoro sul muro di via Petrocchi, ha concesso agli stessi ragazzi della scuola di intervenire sull’opera usando colori non tossici. Grazie alla collaborazione con il Quartiere 5, si sono svolti incontri tra gruppi di studenti, i ragazzi dei Centri Giovani e l’artista. Il quale dovrebbe terminare “Free wall”, l’opera principale sul muro di via Petrocchi, entro la prossima settimana.
Per Bassnet, l’iniziativa è un modo per uscire dai confini delle proprie mura e aprire un rapporto diretto con il territorio “Da sempre ci occupiamo di utilizzare il nostro lavoro nella ricerca e nell’innovazione tecnologica in modo che sia un investimento con forti ricadute nella vita delle persone”, ha spiegato Luca Bassilichi, amministratore delegato dell’azienda. “In questo caso, e per la prima volta, siamo andati oltre investendo in un intervento che non è solo arte, non è solo cultura ma è riqualificazione urbana e paesaggistica del territorio. Siamo grati a tutti coloro che ci hanno aiutato nella realizzazione di questo progetto e speriamo che questo sia solo il primo passo verso una serie di altri interventi mirati alla riqualificazione della periferia della nostra città”.
 
Biografia di Toxic (Torrick Ablack)  

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader