Eventi » MATISSE CHAGALL MIRÓ: Opere litografiche a Portofino

L’immagine simbolo della mostra al Forte Brown di Portofino

MATISSE CHAGALL MIRÓ: Opere litografiche a Portofino

Al Castello Brown i lavori grafici di tre maestri dell’arte contemporanea, accomunati dalla gioia estetica che riescono a trasmettere

a cura di Bernd Noack, il 11/12/2008

Inaugura sabato 13 dicembre, ospitata al Castello Brown di Portofino, la mostra “MATISSE CHAGALL MIRÓ: Opere litografiche”, che accosta lavori grafici firmati da tre dei massimi padri fondatori dell'arte contemporanea.
Henri Matisse: il balletto nitido di corpi liberi nello spazio. Marc Chagall: la leggerezza della fantasia in una realtà di sogno. Joan Mirò: l'allegria di sagome e tinte fluttuanti nel vuoto. Se c'è qualcosa che accomuna questi tre grandi artisti, è forse proprio la gioia estetica che riescono a trasmettere, ciascuno al proprio modo, attraverso la creazione di forme danzanti, l'accostamento di colori accesi, la vivace delicatezza nella scelta dei soggetti. La loro è un'arte ottimista: sempre, anche quando si vena di qualche fugace malinconia.

La presentazione di Ferruccio Giromini, direttore artistico di Fantastiche Terre di Portofino

«Il Sistema Turistico Locale Terre di Portofino – il cui obiettivo è promuovere il territorio offrendo eventi di qualità per l'ospite e il turista – ha voluto inaugurare le proposte artistiche dell'inverno 2008-2009 con Matisse, Chagall, Mirò, esattamente perché la vitalità che sprizza dalle opere di questi tre creatori visionari esprime un sentimento di buon augurio che viene a riscaldare il cuore e i rigori della stagione fredda; ed esattamente perché, al cospetto della loro esplosiva creatività, tutti noi si possa percepire l'importanza di tali esempi di volontà indomabile e di vivificante energia positiva. Il godimento dell'arte, della grande arte, può non limitarsi alla sfera estetica, ma nei casi più fortunati può dilatarsi pure in quella etica».

Mirò, “Le chien abeyant à la lune”, 1952

Tre maestri accomunati dall’interesse per la sperimentazione grafica

«Un'altra peculiarità accomuna l'operato artistico del magnifico terzetto: ognuno di essi ha operato volentieri nel campo della sperimentazione grafica, fornendo nuovi impulsi alla tecnica della litografia. Accanto alla normale attività pittorica, infatti, a partire dalla seconda metà del Novecento tutti e tre si sono mostrati particolarmente interessati a cimentarsi in varie applicazioni delle rispettive intuizioni estetiche (dalla vetrata alla ceramica, per esempio), consapevoli delle possibilità anche “decorative” della propria arte. Nel campo della litografia – in particolare – eccellono meravigliosamente, grazie alla limpida presa di coscienza di ciò che tale tecnica riproduttiva poteva esprimere di meglio».

L’inclinazione per l’arte applicata come libertà e modernità di pensiero

Chagall, “Soleil au cheval rouge”, 1979

«Le opere litografiche di Matisse, di Chagall e di Mirò dispongono dunque di una dignità artistica specifica e alta, indubbiamente di molto superiore alla media. E se da un lato testimoniano una duttilità creativa e una curiosità scientifica che allora come adesso non tutti gli artisti possono vantare, dall'altro certificano una superiore libertà di pensiero, quella che trascolorando verso l'arte applicata garantisce a tale atteggiamento una qualità anticipatoria di “modernità” che oggi, oramai storicizzata, ci appare ancora più rara, valida ed encomiabile».

La preziosa collaborazione della galleria torinese “L'Arte Antica”

«Va detto infine che questa mostra non avrebbe potuto vedere la luce senza l'apporto fondamentale della galleria torinese "L'Arte Antica" diretta da Silverio Salamon. La competenza e la professionalità di tale collaborazione ci ha permesso di affrontare e portare a termine tranquillamente il lavoro, di cui ora offriamo grati e orgogliosi i frutti ai visitatori del Castello Brown di Portofino. Cornice migliore per tante felici opere d'arte non si poteva trovare».

    Scheda Tecnica

  • “MATISSE CHAGALL MIRÓ - Opere litografiche”
    dal 13 dicembre 2008 all’1 marzo 2009
    Inaugurazione: sabato 13 dicembre, ore 17
  • Castello Brown
    Portofino
  • Orario di apertura:
    sab-dom, ore 10-17; lun-ven gruppi su appuntamento (Tel. +39 0185 267101)
    dal 26 dicembre 2008 al 6 gennaio 2009: aperto tutti i giorni
  • Biglietti:
    Ingresso visita Castello Brown € 4
  • Info:
    Sistema Turistico Locale "Terre di Portofino"
    Addetto Stampa: Simone Rosellini
    Tel. (+39) 0185 64761 - Fax (+39) 0185 238391
    info@terrediportofino.eu

    Portofino Events
    Tel. (+39) 0185 267101 - Fax (+39) 0185 269046
    info@portofinoevents.com

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 11/12/2008

Matisse, Henri

Pittore, scultore, incisore ed illustratore francese, Henri Matisse (Le Cateau Cambrésis 1869 - Nizza 1954) studia all'Académie Julian di Parigi....

a cura di Redazione, il 09/02/2008

Miró, Joan

Figlio di un orefice, Joan Miró y Ferrà nasce a Barcellona il 20 aprile del 1893 e, fin da giovanissimo, dimostra una particolare attitudine per le arti e per il disegno. ...

a cura di Redazione, il 09/03/2007

Chagall, Marc

Ebreo di nascita, Marc Chagall nasce a Vitebsk il 7 luglio 1887. Dal 1906 studia a San Pietroburgo e nel 1909, tornato nella città lituana, incontra Bella Rosenfeld, sua futura moglie. Nel 1910 Vinaver, redattore della rivista Voshod, gli offre la possibilità di andare a Parigi per quattro ann...