Eventi » La spiritualità e il cromatismo di Emil Ciocoiu in mostra a Prato

La spiritualità e il cromatismo di Emil Ciocoiu in mostra a Prato

a cura di Redazione, il 25/05/2007

Confarte e la Consulta Cultura & Società di Confartigianato Imprese Prato aprono di nuovo le porte ad un artista di fama internazionale, e questa volta si volgono all’est europeo con il pittore Emil Ciocoiu. Dopo il Brasile di Toni Fertonani e la Spagna di Ernesto Portas, è la volta di un paese entrato da quest’anno nella Comunità Europea: la Romania. L’esposizione è allestita presso la sede provinciale di Confartigianato Imprese Prato e proseguirà fino al 13 settembre 2007, con ingresso libero. Nato a Sasa, nella provincia di Targu-Jiu, il 13 settembre del 1948, Emil Ciocoiu vive e lavora da molti anni in Germania, ad Aquisgrana, dove si è trasferito nel 1980.
Dopo la laurea in pittura presso l’Accademia di Belle Arti della città natale, sotto la guida del professor Ghe Saru, nel 1972 ha ottenuto il Premio “Museo 2000” Lussemburgo e nel 1975 la città di Bucarest gli ha assegnato la Borsa di Studio “Theodor Aman”.
Di Ciocoiu ha scritto nel 1995 Jörg Engelbrecht: «Sulla base della cultura bizantina e le influenze dell’impressionismo, Emil Ciocoiu sviluppa nel suo percorso artistico, da tanti anni, una identità propria e inconfondibile nella forma e nello stile della sua pittura. Colore, vibrazioni, associazioni, pittura meditativa, armonia in movimento, senso dell’infinito, tutte queste sono definizioni attribuite dai critici alla pittura di questo artista».
Rodica Matei, direttore del Museo Nazionale d’Arte della Romania di Bucarest, nel 1996 scriveva: «Il dialogo dell’artista con l’universo ha valenze religiose: l’infinito, l’effimero, l’eterno, materia e spirito; tutti questi pensieri sono infatti i temi maggiori della pittura di Ciocoiu, che percorre una strada tutta personale. La dimensione spirituale del suo discorso artistico si esprime magistralmente in cromie brillanti e piene di armonia, che sorgono dall’arte popolare romena. Proprio questa sontuosità di colori offre un senso di calda festa, di ottimismo e serenità nelle opere di Ciocoiu».
Secondo Bernd Mathieu, direttore responsabile di Aachener Zeitung, «... La forza della visione: la vittoria della comprensione sulla violenza, sui conflitti, sull’egoismo e le guerre. Quasi mai è riuscito ad un artista di documentare il più grande sogno dell’umanità in un modo così impressionante come ad Emil Ciocoiu».


[Immagine: un´opera in mostra]


Anche la critica italiana si è interessata all’opera dell’artista rumeno. Nicola Miceli: «La sua pittura, per quanto eseguita con estrema accuratezza secondo un progetto che possiede una sua logica strutturale e che per certi versi fa proprie premesse linguistiche divisioniste, non si dà come scienza analitica della visione, fondata sui meri meccanismi della percezione.
Essa è piuttosto la prefigurazione intuitiva dell’ordine arcano sotteso alle diverse manifestazioni dell’essere, una totalità pervasa di energia in ogni sua fibra, non dandosi aspetto suo peculiare, organico e inorganico, su cui non aliti lo spirito vitale. Un ordine che a un medesimo modo presiede, sulla terra, al flusso delle maree non meno che al divenire biologico delle specie, al movimento delle dune nel deserto non meno che alle vicende umane - individui e popoli e civiltà - nel tempo e nello spazio». 
Ha scritto invece Dionisio Da Pra: «Ciocoiu, dunque, accantona le forme usuali, le esangui geometrie della quotidianità e si spinge a ritroso nel tempo, dentro gli interminabili spazi delle galassie sino agli ardenti vortici della materia nascente, i primi bagliori siderali, determinato a forzare la barriera che ostacola l’incontro con l’assoluto da cui trae origine tutto. Non esiste macchina del tempo che possa competere con il cervello di uno spirito creativo. Il viaggio virtuale del nostro procede fuori da rigidi tracciati, per balzi imprevedibili che, tuttavia, ogni volta, portano al Big Bang, a un passo dal ‘fiat’ biblico e affacciano su visioni di straordinaria suggestione pittorica».

Scheda tecnica

Emil Ciocoiu. Mostra personale
fino al 13 settembre 2007

Confartigianato Imprese Prato
Prato, viale Montegrappa 138

Orario di apertura:
lun-gio, ore 8.30-13 e 14.30-18; ven, ore 8.30-13.00 (su richiesta apertura nel pomeriggio).

Biglietti:
Ingresso libero

Info:
Tel. (+39) 0574 51771
infocultura@prato.confartigianato.it
Confartigianato Imprese Prato

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader