Mostre » Un castello per l’arte contemporanea

Eliana Prosperi, Tempesta Lunare, cm 100x140

Un castello per l’arte contemporanea

Tra storia e contemporaneità, la suggestiva proposta della galleria Horti Lamiani Bettivò

a cura di Bernd Noack, il 18/07/2009

Inaugura oggi, sabato 18 luglio, nelle sale del Castello di San Giorgio a Maccarese (Fregene, Roma) la mostra collettiva dal titolo “Un castello per l'arte contemporanea” che accoglierà opere di quarantuno artisti di fama internazionale – tra storici e giovani emergenti – che si “affronteranno” su linguaggi artistici diversi. Curato da Daniele Arzenta e Monica Catta, l’evento è promosso dalla galleria Horti Lamiani Bettivò di Roma in collaborazione con la Proloco Fregene-Maccarese, con il patrocinio della Regione Lazio, la Provincia di Roma e del Comune di Fiumicino.

Tra storia e contemporaneità

Con l'intento di realizzare una rassegna espositiva annuale nel prestigioso Castello, Horti Lamiani Bettivò raccoglie in questo primo appuntamento una selezione di opere - provenienti da una collezione privata - molto diverse tra loro, che entrano in contatto con gli spazi del castello in una sorprendente immersione tra storia e contemporaneità.

Da Afro a Guttuso, da Cannistrà a Bongiorno

Quarantuno artisti di fama internazionale si mettono a confronto, con le loro specifiche ricerche linguistiche, in un evento capace di rappresentare al meglio l'arte contemporanea del nostro paese, moltiplicando così unità di senso e innescando relazioni fra diverse generazioni.
Dagli storici Afro, Turcato, Corpora, Severini, Franco Angeli, Renato Guttuso, Giosetta Fioroni, si passa alle ricerche degli anni novanta di Gianni Dessì, Marco Tirelli, Bruno Ceccobelli, per arrivare ai giovani artisti come Alessandro Cannistrà, Ivan Barlafante, Marcello Di Donato, Gisella Pietrosanti, Ferdinando Califano, Vito Bongiorno quest’ultimo con una personale a lui dedicata.

Un modo per riscoprire gli spazi del Castello di San Giorgio

Un'occasione questa che tende a riaffermare l'importanza e la necessità del rapporto dell'arte con i luoghi della storia e della memoria. Un'esperienza di attraversamento, aperta e disponibile ai mutamenti e alle diversità. Un modo per riscoprire, attraverso la creatività degli artisti contemporanei, gli spazi grandiosi del Castello di San Giorgio, luogo di eccellenza sia per la monumentalità che per la perfezione architettonica.

Tutti i nomi degli artisti in mostra:

Afro, Franco Angeli, Ivan Barlafante, Vito Bongiorno, Marcelo Bottaro, Danilo Bucchi, Ferdinando Califano, Alessandro Cannistrà, Bruno Ceccobelli, Andrea Claro, Antonio Corpora, Nicola De Maria, Gianni Dessì, Marcello Di Donato, Alessandra Di Francesco, Piero Dorazio, Marco Ferri, Giosetta Fioroni, Domenico Giglio, Simone Giovagnorio, Renato Guttuso, Oskar Kokoschka, Emilio Leofreddi, Lim, Lughia, Mario Mafai, Flavia Mantovan, Franco Menolascina, Mauro Molle, Ugo Nespolo, Alessio Paiano, Mimmo Paladino, Gisella Pietrosanti, Michelangelo Pistoletto, Eliana Prosperi, Dan Rec, Mario Schifano, Gino Severini, Marco Tirelli, Stefano Trappolini, Giulio Turcato.

Scheda tecnica

  • Un castello per l’arte contemporanea
    dal 18 luglio al 15 agosto 2009
  • Curatori:
    Daniele Arzenta, Monica Catta
  • Castello di San Giorgio
    Maccarese – Fregene (Roma)
  • Info:
    galleria Horti Lamiani Bettivò
    Roma, via Giolitti 163
    Tel. (+39) 06 4460292
    hortilamiani@tiscali.it

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader