Mostre online » AUGUSTO DE LUCA

Augusto De Luca. Campanile di Giotto. Dal volume “Firenze frammenti d’anima”, Gangemi editore

AUGUSTO DE LUCA

La nuova mostra online di Artelab è dedicata ad alcuni suggestivi scatti realizzati dal fotografo partenopeo nel capoluogo toscano e contenuti nel volume “Firenze frammenti d’anima”

a cura di Redazione, il 05/01/2011

Augusto De Luca è nato a Napoli il 1° luglio del 1955. Compiuti gli studi classici si è laureato in giurisprudenza. Nella metà degli anni '70 la passione per la fotografia lo ha indotto a diventare fotografo professionista. Si è dedicato sia alla fotografia tradizionale che alla sperimentazione. Ha praticato diversi generi fotografici adoperando i più svariati materiali. Alcuni autori ritengono che il suo stile si caratterizzi per un'attenzione nello scatto volto ad evidenziare le minime unità espressive dell'oggetto inquadrato. Accanto ad immagini di netto realismo nella sua produzione compaiono altre nelle quali le forme e i segni si correlano fra loro in accostamenti ispirati alla lezione della metafisica.

Per De Luca affermazioni in tutto il mondo

Conosciuto a livello internazionale ha esposto in molte gallerie italiane ed estere oltre che in sedi istituzionali come la Camera dei deputati a Roma, in diversi Istituti di Cultura Italiana e sedi universitarie all'estero. Le sue fotografie compaiono in diverse collezioni pubbliche e private come quelle della Biblioteca Nazionale di Parigi, dell'Archivio Fotografico Comunale di Roma, della International Polaroid Collection (USA), della Galleria Nazionale delle Arti Estetiche della Cina (Pechino), del Museo de la Photographie di Charleroi (Belgio).

Gallery/1

Augusto De Luca. David (Piazzale Michelangelo). Dal volume “Firenze frammenti d’anima”, Gangemi editore

Augusto De Luca. Lungarno - Porta San Niccolò. Dal volume “Firenze frammenti d’anima”, Gangemi editore

Augusto De Luca. Ponte Vecchio e busto di Benvenuto Cellini. Dal volume “Firenze frammenti d’anima”, Gangemi editore

Augusto De Luca. Porta San Niccolò. Dal volume “Firenze frammenti d’anima”, Gangemi editore

Augusto De Luca. Nettuno. Dal volume “Firenze frammenti d’anima”, Gangemi editore

Dalle copertine per dischi alle immagini pubblicitarie, dai libri fotografici alle scenografie

Nel corso della sua carriera De Luca ha realizzato anche copertine per dischi, immagini pubblicitarie e libri fotografici. Nel 1987 ha realizzato la scenografia per il programma televisivo 'Samarcanda' del giornalista Michele Santoro. Ha insegnato fotografia per dieci anni presso il Circolo Montecitorio della Camera dei deputati. L'azienda di telecomunicazioni Telecom Italia gli ha conferito l'incarico di illustrare con immagini della città di Napoli tre schede telefoniche pubbliche, ricavandone una tiratura di sette milioni di esemplari, e altre quattro schede con immagini di Parigi, Dublino, Berlino e Bruxelles, con una tiratura di oltre dodici milioni di esemplari.

Augusto De Luca, come risulta dai suoi libri fotografici e da riviste specializzate, ha inoltre realizzato servizi fotografici per volti celebri del mondo della cultura e dello spettacolo.

Gallery/2

Augusto De Luca. David (Piazza della Signoria). Dal volume “Firenze frammenti d’anima”, Gangemi editore

Augusto De Luca. Piazzale Michelangelo. Dal volume “Firenze frammenti d’anima”, Gangemi editore

Augusto De Luca. Statue al Bargello. Dal volume “Firenze frammenti d’anima”, Gangemi editore

Augusto De Luca. San Miniato al Monte. Dal volume “Firenze frammenti d’anima”, Gangemi editore

Augusto De Luca. Cupola del Brunelleschi e ombra del Campanile di Giotto. Dal volume “Firenze frammenti d’anima”, Gangemi editore

Prestigiose recensioni

I suoi libri fotografici, recensiti in saggi sulla fotografia e sulle principali riviste di settore e su reti televisive come Rai3, si sono avvalsi di prefazioni e contributi testuali come quelli del poeta Mario Luzi, della regista Lina Wertmuller, dello storico Giovanni Pugliese Carratelli, dei giornalisti Maurizio Costanzo e Sandro Curzi, dell'architetto Paolo Portoghesi, del compositore Ennio Morricone.

I riconoscimenti

Nel 1995 ha tenuto una mostra presso la Camera dei Deputati, inaugurata con la presentazione di Carlo Azeglio Ciampi e dell'onorevole Nilde Iotti, alla presenza di Giorgio Napolitano. Nel 1996 Augusto De Luca ha ricevuto anche il "Premio Città di Roma" per il libro 'Roma Nostra' (Gangemi Editore), insieme al compositore Ennio Morricone.

Augusto De Luca. Interno del Campanile di Giotto. Dal volume “Firenze frammenti d’anima”, Gangemi editore

"Cacciatore di Graffiti"

Dal 2005 Augusto De Luca, nell'intento di valorizzare e salvaguardare i migliori esempi di street art sta procedendo ad un'opera di scollatura dai muri di Napoli dei più bei graffiti dei writers partenopei, raccogliendo tags di varie forme e dimensioni. Questa iniziativa lo ha portato a radunare più di 200 pezzi nella sua casa sui Colli Aminei. Si tratta di una operazione condotta in ogni angolo della città e che gli è valso l'appellativo di "Cacciatore di Graffiti". Scopo dell'iniziativa è quello di dare risalto a tali forme espressive cominciando col salvarle dall'usura e dalle intemperie a cui sono esposte per strada.

De Luca, attraverso l'utilizzo di un fissante per vernici, è in grado di realizzare un recupero integrale delle opere che attirano la sua attenzione. Questa attività di supporto alla street art ha inoltre costituito oggetto di una campagna divulgativa su Internet che ha attirato su De Luca l'attenzione di writers di tutto il mondo.

“Firenze frammenti d’anima”

Le foto sono pubblicate nel libro di De Luca dal titolo “Firenze frammenti d’anima” pubblicato da Gangemi editore con prefazione di Mario Luzi e introduzione di Giorgio Albertazzi. Il volume contiene anche interventi di Gino Bartali, Alessandro Benvenuti, Chiara Boni, Antonella Boralevi, Athina Cenci, Jury Chechi, Sandro Chia, Margherita Hack, Fiona May, Franco Pacini, Pierluigi Spadolini, Sergio Staino.

Per maggiori info sull’artista:

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader