« Torna alla home

Eventi del 20/02/2009

Natale Addamiano. Avellino e l’Irpinia: luci e stagioni

Avellino, 20 febbraio - 18 aprile 2009

Avellino e l’Irpinia: luci e stagioni presenta, in oltre 30 opere (di piccolo e grande formato) di Addamiano, paesaggi con studi eseguiti di giorno e con luce serale. Panorami e scorci di Avellino e provincia catturati nell’attimo dell’imbrunire, vedute di tetti e cupole che s’incendiano di rosso nel fuoco del tramonto, monumenti e finestre illuminate nella notte fonda con colori sopraffatti dall’avanzare di un buio trafitto di stelle e di luci.

a cura di Valentina Redditi


Table. Chiara Scarfò

Roma, 21 febbraio - 10 aprile 2009

Chiara Scarfò (Genova, 1977), interessata prevalentemente al linguaggio della fotografia ed alla videoarte, che centra la sua ricerca sui luoghi della memoria e sul proprio corpo, inteso come limite immaginario o confine che deve valicare per essere, per potersi ricreare in ogni transito. Dopo diversi progetti sviluppati in completa solitudine negli spazi ex manicomiali di Cogoleto e Quarto, nella sua città natale, e dopo aver creato l’installazione ambientale “Nove Fratelli” nella Riserva naturale Foce dell’Isonzo a Gorizia, l’artista presenta nella Galleria Ingresso Pericoloso, “Table”, la materializzazione di una nuova soglia che deve essere superata attraverso l’emancipazione.

a cura di Valentina Redditi


Continuità del Futurismo. Sud-Nord

Roma, 20 febbraio - 20 marzo 2009

Nell’ambito delle Celebrazioni per il Centenario del Primo Manifesto Futurista, venerdì 20 febbraio l’associazione culturale M.I.C.RO (Movimento Internazionale Culturale Roma) darà ufficialmente inizio ai festeggiamenti con un collegamento via satellite da piazza Giustiniani con la sede parigina de Le Figaro, il giornale francese su cui venne pubblicato il Primo Manifesto Futurista a cura di Filippo Tommaso Marinetti, il 20 febbraio del 1909. L’evento, intitolato “DA MACRO A M.I.C.RO. Roma chiama Parigi”, è patrocinato dal Comune di Roma ed è realizzato in collaborazione con il MACRO, Museo d’Arte Contemporanea di Roma. Saranno presenti l’Assessore alla cultura del Comune di Roma, Umberto Croppi, alti rappresentanti delle Istituzioni e del mondo dello spettacolo. Seguirà l’inaugurazione della mostra “Continuità del Futurismo, Sud-Nord”, a cura di Maurizio Scudiero e Anna Maria Ruta, tra i massimi esperti del Futurismo italiano. Il coraggioso tentativo di unire le espressioni figurative più rappresentative dell’intero movimento, da sud a nord appunto, ha prodotto come risultato una magnifica carrellata di nomi illustri: Giulio D’Anna, noto esponente del Futurismo siciliano, Pippo Rizzo, Giovanni Varvaro, Giacomo Balla, Roberto Baldessari, l’eccentrico Fortunato Depero e molti altri. La serata si chiude con l’inaugurazione della Taverna dei Futuristi, luogo ispirato alla famosa Taverna Santopalato di Torino, dove Marinetti, Fillia e gli altri diedero vita alla gastronomia futurista.

a cura di Valentina Redditi


Nina Tamaro. Rome streetmates

Roma, 20 febbraio - 8 marzo 2009

A partire da venerdì 20 febbraio, la Galleria Embrice di Roma ospita “Rome streetmates”, mostra personale di Nina Tamaro, a cura di Carla Corrado e Fabio Andriotto. Da cinque anni Nina Tamaro, che colloca sé stessa fra la creativa e l’artista, disegna borse e zaini per donna e per uomo. La sua produzione comprende esemplari di tipo funzionale, versatile e fantasioso; nei primi, prevale una linea rigorosa ed essenziale, negli altri, a volte sorprendenti e vezzosi, Nina trasferisce tutta la sua libertà creativa. I materiali vanno dalle stoffe per arredamento a morbide pelli, a volte decorate, a manici in fibre e filati di ispirazione naturalistica. Roma è il suo luogo di riferimento, la città nella quale lavora, fra la sua casa di Trastevere e il Laboratorio del Flaminio.

a cura di Valentina Redditi


stampa pagina